Lago di Caldonazzo – Caratteristiche, spiagge e posti da visitare

Il lago di Caldonazzo è un paradiso naturale in grado di attrarre con facilità turisti da ogni parte d’Italia ed anche dalle zone della più vicina Europa. Situato in contesto naturale unico, permette di trascorrere delle vacanze piacevoli e felici, immersi nel verde o a rosolarsi in riva alle sponde del lago. Le attrattive per i numerosi visitatori sono davvero molte, ecco nello specifico quali sono i posti più indicati per trascorrere al meglio le vostre ferie estive.

Il lago di Caldonazzo è un bacino lacustre situato nel Trentino Alto Adige, il più grande di quelli compresi interamente all’interno della provincia di Trento. Il lago, che dispone di un’estensione di 5,62 km2 ed una profondità di circa 49 metri, ha ricevuto il riconoscimento internazionale Bandiera Blu, che ne da prestigio e lo contraddistingue per le sue acqua molto limpide, le spiagge meta di turisti molto pulite ed una gestione del turismo del tutto eco-sostenibile. Grazie all’offerta turistica all’avanguardia è una meta ideale per le proprie vacanze estive.

Caratteristiche

Il lago di Caldonazzo è un lago di origine glaciale, il più grande lago interno del trentino, ovvero l’unico a non essere condiviso con altre regioni italiane. Situato in Valsugana, ad un’altitudine di 449 metri sul livello del mare ed interamente all’interno della provincia autonoma di Trento, si estende tra i massicci montuosi della Vigolana a sud, della Tenna a nord e della Marzola a sud ovest. Il lago ha una lunghezza di 4,73 chilometri e si estende per una larghezza di circa 1,87 chilometri, per una superficie totale di oltre 5 chilometri quadrati. I principali bacini idrografici del lago sono costituiti dal fiume Brenta, che in quanto emissario prende vita dal lago stesso, ed il Torrente Mandola, che si estende fino a lambire le sue coste. A differenza di altri bacini lacustri, l’acqua del lago di Caldonazzo rimane bassa e calma per molti metri dalla riva, rendendolo più sicuro per i bambini.

Come arrivare

Per giungere sul lago di Caldonazzo è possibile utilizzare tutti i più comuni mezzi di trasporto, che dispongono di una buonissima rete all’interno di tutto il territorio trentino. Viaggiando in automobile, la strada di riferimento principale è la A22, ovvero l’autostrada Brennero-Modena, che è ottimamente collegata con la A1 Milano Napoli e la A4 Milano Venezia. Per chi viaggia in treno, le fermate di riferimento a Trento e Rovereto, nelle quali fermano i principali treni nazionali ed europei, le quali sono collegate alle zone circostanti il lago con servizi autobus e navette. A seconda della provenienza, poi, gli aeroporti più vicini alle zone circostanti il bacino lacustre sono l’aeroporti Marco Polo di Venezia, l’aeroporto Orio al Serio di Bergamo ed il Valerio Catullo di Verona. Molto efficienti sono i collegamenti dai vari aeroporti, con servizi di navetta e autonoleggio.

Origini e curiosità

Il lago di Caldonazzo, Caldonazzosee o Gallnötschsee in tedesco,  prende il nome dall’omonimo paese di circa 3000 abitanti. A loro volta, dal lago, hanno preso il nome i membri della famiglia Caldonazzo, che nel XIV secolo controllava tutti i territori della zona, ottenendo il possedimento di tutto il trentino meridionale e stabilendo la propria roccaforte proprio nel centro della città, a pochi passi dal lago. La prima testimonianza storica scritta del lago di Caldonazzo si ha in un libro del 1617, commissionato al viaggiatore Michelangelo Mariani dal magistrato consolare della città di Trento. Si tratta di una storia approfondita della città, nella quale per la prima volta sono indicate l’estensione effettiva e la profondità del lago, che viene indicato come appartenente alla giurisdizione della potente famiglia dei baroni Trapp. In estate il lago è il paradiso degli amanti degli sport acquatici, con manifestazioni di windsurf, canoa, vela e canottaggio, oltre alle attività subacquee.

Flora e fauna

Le rive del lago di Caldonazzo, nel tempo, sono state oggetto di profonde modifiche dovute alla realizzazione di vie di comunicazione, tuttavia, ciò non ha impedito di conservare la flora caratteristica, con estesi canneti e ninfee, reintrodotte e protette direttamente dal Servizio Parchi della provincia di Trento. Non sono accertate specie rare, e ciò che caratterizza maggiormente la vegetazione locale è l’importanza che svolge per le specie animali da cui è popolata. I territori circostanti il lago, si caratterizzano per la ricca fauna, in particolar modo numerose sono le specie di uccelli che popolano la zona lacustre, tra cui la folaga, la cannaiola ed il martin pescatore. Molto viva è anche la presenza di pesci che trovano nel lago il proprio habitat ideale, in particolar modo trote, scardole e carpe.

Percorsi e località

Per gli amanti del trekking e delle lunghe camminate in montagna, il lago di Caldonazzo dispone di numerosi percorsi interessanti, sebbene il più rinomato sia il ‘Trekking della storia’, un percorso dedicato agli amanti della natura e del suo valore culturale, che si snoda dal Monte Altissimo al complesso del Lagorai, attraversando nel mezzo gli altipiani di Folgaria e Lavarone, oltre al lago di Levico e all’Alta Valsugana. I vari luoghi sono collegati non solo geograficamente, ma anche dal punto di vista storico-culturale, uno dei punti di forza del percorso. Per gli amanti delle due ruote, il percorso è interamente percorribile anche con bicicletta o mountain bike.

Gastronomia

La cucina trentina è ricca di specialità gastronomiche e prelibatezze per palati più o meno sottili; in modo particolare, presso le rive del lago di Caldonazzo, molto appetibili sono i canederli,  primi piatti preparati tanto con i salumi locali quanto con differenti tipologie di formaggio, e i classici gnocchi di patate e formaggio, golosi ed appetibili in ogni stagione, anche in quella estiva. Molto famosi sono anche i formaggi tipici di pecora e capra, come il Puzzone, il Monteson e la fontina nostrana. E per gli amanti dei dolci, che c’è di meglio dello strudel, dessert tipicamente trentino?

Le spiagge

Si dice spiaggia, e si pensa al mare, tralasciando troppo spesso il fatto che anche i bacini lacustri, molto spesso, dispongono di spiagge che nulla hanno da invidiare a quelle marine. Spiaggia sul lago di Caldonazzo Presso le rive del lago di Caldonazzo è possibile disporre di numerosi tratti di spiaggia libera, e sono presenti anche degli stabilimenti balneari ben organizzati, che per la propria condotta eco-sostenibile hanno ottenuto, nel 2014, il prestigioso riconoscimento Bandiera Blu. In particolare, le spiagge maggiormente frequentate, anche per la qualità del servizio offerto e l’incanto paesaggistico, si trovano nelle località di Caldonazzo, paese da cui il bacino prende il nome, Calceranica al Lago, Pergine Valsugana e Tenna. Le possibilità, in queste località, sono davvero numerose, giacché i turisti possono dedicarsi alla canoa, al windsurf, al canottaggio ed alle immersioni subacquee, il tutto con l’aiuto di maestri professionisti e preparati.

Luoghi di interesse turistico

Per gli amanti della cultura, nei pressi del lago vi sono numerose attrattive, differenti tra loro. Bisogna citare in primo luogo la Valle dei Mocheni, straordinaria valle, che stupisce, specie nella stagione estiva, per i bellissimi colori, conosciuta soprattutto per il mantenimento, al suo interno, di un area linguistica alloglotta. Caldonazzo è l’antico borgo da cui il lago prende il nome, una meta d’obbligo, che stupisce per la tranquillità e la sapiente organizzazione degli spazi, immersa nella natura e capace di stupire soprattutto nelle serate d’estate. Se passate per la città qualche giorno, e siete amanti della mountain bike potete soggiornare in un bike hotel, come l’Energy Hotel , di recente ristrutturazione e gestito da staff molto cortese e disponibile, sempre pronto ad offrire consigli turistici, e ristorarvi presso uno dei ristoranti con cucina tipica del posto, tra cui lo Speckstube: il cibo del locale è tipicamente tirolese, di grande qualità, e servito in porzioni molto abbondanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *