Lago di Loch Ness

Nell’immaginario di tutti, il lago di Loch Ness è quello che ospita Nessie, la creatura che ha scatenato la fantasia di grandi e piccini. Leggenda a parte, questo è un meraviglioso lago scozzese le cui rive ospitano i ricordi della Scozia medievale.

Lago di Loch Ness

Una visita nel mondo di Nessie

La Scozia regala tantissime emozioni e scorci di bellezza struggente e il lago di Nessie è uno di questi. Per arrivare basta cercare un volo per raggiungere il Lago di Loch Ness. Per approfittare di questa “vacanza” conviene fare scalo a Edimburgo, visitare la città che ha un aspetto molto interessante e, tramite gite organizzate in pullman, raggiungere Loch Ness  al costo di 80  sterline. È una soluzione economica e pratica perché il tour dura due giorni e si visitano altri luoghi, oltre al lago.

Questo Loch (lago in scozzese) si trova nelle Highlands ed è formato da acque dolci, molto profonde (il punto più profondo è di 230 metri) e si estende per 37 km. Il lago fa parte anche di una struttura che porta le acque al mare: il canale di Caledonia. Il lago, più che per la sua bellezza, è conosciuto nel mondo per la presunta presenza di Nessie, un teorico mostro preistorico, riconducibile ad un plesiosauro vissuto nel mesozoico. La leggenda ha inizio nel 565 quando, San Colombano, un monaco irlandese, disse di aver visto una grossa creatura nel lago. Da allora gli avvistamenti si sarebbero susseguiti a migliaia. Fu solo nel 1933, quando una copia di turisti affermò di aver visto qualcosa di enorme emergere e rituffarsi nel lago, che la leggenda di Nessie è diventata di dominio pubblico. Non vogliamo distruggere le fantasie di nessuno, ma ai santi dell’epoca di San Colombano sono abbinate molte storie di mostri (anche in Italia abbiamo un valido esempio con la storia di San Giulio), è possibile che 1500 anni fa esistessero ancora animali di grandi dimensioni, che oggi giorno sono andati scomparendo. Se gli avvistamenti di Nessie fossero confermati, si tratterebbe sicuramente di un discendente della creatura vista dal santo.

Le bellezze del Loch

Il lago di Ness, creatura fantastica a parte, offre degli scorci splendidi e uno dei luoghi più affascinanti da visitare è sulla riva nord del lago:  il Castello di Urquhart, o meglio i suoi resti. La torre domina il lago di cui offre immagini indimenticabili. Non si conosce con esattezza la data in cui è stato edificato il castello, ma alcuni documenti riportano la sua esistenza già nel XIII secolo. La sua rovina, nonostante abbia visto tante battaglie cruente, si deve ad un’esplosione causata volontariamente per evitare che la struttura cadesse nelle mani dei giacobiti e, oggi, è proprietà di Historic Scotland.  Questo, non si sa se per merito di Nessie, è il castello più visitato della Scozia, grazie anche alla pittoresca posizione. Un sentiero che si snoda tra il verde dei prati, raggiunge i primi resti del castello, fino alle mura che si aprono al lago per visioni mozzafiato.

Quando si entra nella recinzione del castello, basta fermarsi un secondo per caprie quale fosse lo stile di vita dell’epoca, quella era l’aria, la natura e la visione di cui potevano godere personaggi come  William Wallace. Se chiudete gli occhi, forse, potete sentire anche il suono delle cornamuse, portato da vento. Del castello sono ancora visitabili la Grant Tower, le prigioni, il corpo di guardia, il forno e il granaio. Della Cappella e delle botteghe artigiane restano solo alcune tracce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *