Lago di Levico: percorsi, gastronomia, relax e cura del corpo

Il lago di Levico è una meta turistica molto ambita non solo per le sue splendide acque, tra le più calde di tutto il sud Europa, o per i bellissimi paesaggi che può sfoggiare, ma anche per le rinomate terme e i centri benessere.

Il lago di Levico è un bacino lacustre che si estende interamente in Trentino Alto Adige, all’interno della provincia autonoma di Trento, per una superficie complessiva di 1,164 kmq e con una profondità media di circa 38 metri. Anche se di piccole dimensioni, il lago è molto rinomato, in quanto sorge vicino alla località di Levico Terme e ha ottenuto, per la prima volta nel 2013, l’ambito riconoscimento Bandiera Blu, per l’ecosostenibilità nelle sue spiagge e negli stabilimenti balneari presenti lungo le proprie coste. Il prestigioso premio è stato confermato anche per gli anni 2014 e 2015.

Origine e caratteristiche

Il lago di Levico è un lago di origine alpina naturale, il secondo lago più esteso della Valsugana. Il bacino lacustre è situato a 440 metri sul livello del mare, e da esso nasce il fiume Brenta. Circondato interamente dal verde, dispone di numerose spiagge e luoghi strategici per gli amanti della pesca.

Il Lévego (in trentino) o Leve (in cimbro) è sorto per lo sbarramento della valle presente tra i colli Tenna e Canzana, per opera di quelli che sarebbero diventati, successivamente, i suoi principali immissari: il Rio Maggiore e il Rio Vignola.

La sua fama ha cominciato a crescere nel tempo non solo per la splendida ed incontaminata natura all’interno della quale è immerso, ma anche per il prestigio degli stabilimenti termali di Levico Terme, la città storica, da cui prende il nome e che sorge proprio accanto alla rive del lago. Numerosi sono i turisti che ogni anno si recano sulle sponde del lago per godere dei benefici delle sue acque terapeutiche e curative.

Flora e fauna

Il territorio circostante il lago è molto interessante per la propria flora, caratteristica e molto rara. In particolar modo, presso il biotopo Canneto di Levico, un’ansa del lago di Levico stesso, vi sono numerosi e fitti canneti, distese di prati umidi ed un grande bosco paludoso di ontani neri, un albero piuttosto raro e presente massicciamente nel biotopo.

Nello specchio d’acqua è molto diffuso il lamineto, specie vegetali che vivono proprio nell’acqua, tra le quali splendide sono le ninfee locali, in grado di creare una vera e propria lamina di color verde sul pelo dell’acqua.

Anche la fauna è strettamente caratteristica, e specie nelle zone dell’altipiano, si possono facilmente riconoscere pecore, capre e camosci. In prossimità delle sponde del lago, inoltre, non è raro adocchiare diverse specie di uccelli, tra cui il martin pescatore e numerose marmotte.

Percorsi e località

Il lago di Levico stupisce per lo splendore dei propri paesaggi, che si possono assaporare distesi in riva al lago, oppure intraprendendo una camminata attorno al lago. Il cosiddetto “Giro del Lago” è un percorso di circa 8 chilometri che si snoda all’interno del territorio di Levico Terme. Si tratta di un percorso articolato su stradine secondarie, con salite e discese, attraverso cui, oltre a compire il giro completo del lago, è possibile avvicinarsi alle rive del lago di Caldonazzo. La strada è percorribile a piedi oppure in bicicletta, meglio con mountain bike ben ammortizzate, in grado di attutire gli sbalzi di stradine e sentieri secondar rocciosi e sterrati.

Gastronomia

Nelle località presso il lago di Levico è possibile assaporare una cucina tipica di grande qualità e varietà, conosciuta in tutta Italia sia per pietanze salati che per quelle dolci. Caratteristiche della zona sono le ciuighe, salsicce di carne di maiale impreziosite da un trito di rape cotte e la carne salada, affettato di manzo o cavallo della tradizione, da gustare con i funghi o zucchine e carciofi trifolati. Tipico dolce trentino, celebre nella zona, è il krapfen alla crema, alla marmellata di albicocche e di rosa canina, la specialità del posto.

Lago di Levico Terme

Le acque termali del lago di Levico sono acque arsenicali e ferruginose che sgorgano ad alta quota, e sono molto note per le proprie proprietà medicali. Non è un caso, infatti, che da tutta Europa, migliaia di turisti ogni anno, approdino presso le sponde del lago di Levico per dedicare del tempo alla cura del proprio corpo e del proprio spirito. Levico terme Le acque della zona sono conosciute sin dal ‘700, periodo della dominazione asburgica, e si caratterizzano per gli effetti benefici in grado di combattere lo stress, l’astenia e gli esaurimenti, dei quali moltissime persone sono vittima.

Per poter accedere alle cure termali presso i centri del lago di Levico terme, è necessario disporre di un’autorizzazione medica, oltre ad effettuare la prenotazione per il periodo desiderato con cospicuo anticipo. I pazienti possono affidarsi alle cure delle Terme di Levico, le principali della zona, oppure al Grand Hotel Imperial (unico hotel cui è concessa la possibilità di offrire un servizio di questo genere). La location è l’ideale per ritrovare il contatto con il proprio partner, grazie ai pacchetti di coppia appositamente pensati e proposti.

Relax e cura del corpo

Il lago di Levico è una meta ambita per curare patologie importanti e spesso sottovalutate, per le quali è necessaria opportuna prescrizione medica. Tuttavia, è possibile accedere alle acque termali anche per godere di momenti di assoluto relax e pace dei sensi, facendosi cullare dalle acque curative e svuotando la testa da ogni problema durante le proprie vacanze. In questo senso, numerosi sono i centri benessere e le spa in località limitrofe al lago di Levico, alcune storiche e rinomate, altre di più recente fondazione.

Come arrivare

Per raggiungere il lago di Levico è possibile sfruttare i principali mezzi di trasporto, grazie all’efficiente rete presente in tutto il territorio del Trentino Alto Adige.

Viaggiando in automobile, è possibile percorrere l’A22, l’autostrada Brennero Modena che è collegata sia all’A4 Milano Venezia, sia all’A1 Milano Napoli.

Viaggiando in treno, la soluzione più comoda è quella di utilizzare la linea Venezia-Trento o Bologna-Trento: entrambe le linee hanno una fermata presso la stazione di Levico Terme, a due passi dal lago.

Gli aeroporti più vicini sono il Marco Valerio Catullo di Verona, a circa 100 chilometri dal lago e il Marco Polo di Venezia a 140 chilometri.

Sia le stazioni ferroviarie sia gli aeroporti sono ottimamente collegati con efficienti e puntuali servizi di bus navetta.

Dove alloggiare

L’Hotel al Sorriso Greenpark mette a disposizione il proprio centro wellness, un grande spazio coperto di oltre 700 mq, nel quale troneggia un’enorme piscina idromassaggio con geiser, con vista nello splendido parco nel quale è immerso e nelle sponde lacustri. All’esterno della struttura, gli ospiti dell’albergo potranno provare il Laconicum e la sauna finlandese, per godere di tutti i benefici dell’acqua allo stato gassoso. L’ambiente è l’ideale per trascorrere alcune giornate tranquilli, pensando a se stessi ed al relax; ottima è la cucina, essenziale ma ricercata negli abbinamenti.

Molto interessante è anche l’offerta del Parc Hotel du Lac che mette a disposizione dei clienti la propria spa. All’interno della struttura si trovano due saune, due piscine, una interna ed una esterna, entrambe idromassaggio e con acqua riscaldata, e una beauty farm, nella quale è possibile ricevere tutte le attenzioni di cui si necessita, pensando al proprio corpo ed alla sua salute. Il vero punto forte del centro benessere? Le camere da letto, finemente decorate, sono affacciate sullo splendido scenario offerto dal lago di Levico.

Con la seguente mappa potrai cercare altre strutture alberghiere per soggiornare nei pressi del Lago di Levico:



Booking.com